ADMArticoli Segnalati

Sul sito dell’istituto di Via Nazionale sarà possibile verificare in tempo reale la posizione debitoria aperta con banche e società finanziarie oppure controllare se gli assegni emessi o le carte di credito/debito sono bloccate

Salto di qualità nell’offerta dei servizi diretti ai cittadini da parte della Banca d’Italia. Ora sul sito della nostra banca centrale sarà possibile verificare in tempo reale la posizione debitoria aperta con banche e società finanziarie oppure controllare se gli assegni emessi o le carte di credito/debito sono bloccate.

Ogni cittadino potrà accedere gratuitamente e in modo protetto ai dati della Centrale rischi e verificare di persona le proprie posizioni, richiedere i dati della Centrale di Allarme Interbancaria, inviare esposti, segnalazioni e chiedere informazioni sui servizi bancari e finanziari.

Si potrà accedere con smartphone, tablet o il personal computer: nella sezione “Servizi al cittadino” del sito della Banca d’Italia e poi “Servizi online”. La piattaforma è integrata con il Sistema Pubblico di identità Digitale (SPID) e con la Carta Nazionale dei Servizi (CNS), ma l’accesso è possibile anche per chi non possiede un’identità digitale. L’utilizzo di SPID o CNS per la consultazione dei dati della Centrale dei rischi consente di ottenere risposte in tempo reale. Attivo anche il numero verde 800196969.

Collaborazione rafforzata Bankitalia-Consob
Intanto sul fronte delle attività istituzionali, a partire dalla vigilanza sugli intermediari, la gestione delle crisi, le ispezioni e le sanzioni, Bankitalia e Consob rafforzano i protocolli di collaborazione e aggiornano le pratiche seguite dal 2007 alle nuove regole introdotto con il Single Supervisory Mechanism e la MiFIDII. Il nuovo protocollo di collaborazione rafforzata firmato da Ignazio Visco e Paolo Savona adegua la cooperazione tra le due Autorità alle novità normative intervenute negli ultimi anni e accresce il coordinamento delle rispettive attività di supervisione.

Scambio di informazione in tempo reale
Lo scambio di informazioni viene sistematizzato con tempistiche molto più strette e, a volte, immediate, nelle attività di ispezione, autorizzazione, gestione delle crisi e delle risoluzioni bancarie. Si tratta di una materia, quella della collaborazione preventiva tra Bankitalia e Consob in fase di vigilanza, che era stata al centro dell’inchiesta condotta al termine della scorsa legislatura dalla Commissione parlamentare presieduta da Pier Ferdinando Casini. Le due Autorità erano state additate dalla forze politiche per il non sempre efficace coordinamento nella gestione delle crisi bancarie degli ultimi anni. Ora il nuovo protocollo fa fare un notevole passo avanti agli scambi di informazioni e detta disposizioni per il coordinamento delle procedure per l’emanazione dei provvedimenti autorizzativi per i quali il Testo Unico della Finanza prevede l’intesa o il rilascio di pareri tra le due Autorità.

Fonte: IlSole24Ore

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment